Guida moderno/Descrizione/Risorse seriali/Area del titolo

Da GuidaSBN.
Home > Guida moderno > Descrizione > Risorse seriali > Area del titolo
S0 Oggetto S2 Area dell’edizione
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Materiale moderno.

S1 Area del titolo e dell’indicazione di responsabilità

T200
Contenuto S1A Titolo proprio
S1B Complemento del titolo
S1C Indicazioni di responsabilità
Nota: I titoli paralleli non sono trascritti in quest'area, perché sono trattati come registrazioni autonome (vedi Collegamenti, S8P) o vengono segnalati in area 7 (vedi S7A.1.5).
Punteggiatura A. La prima parola del titolo (articolo escluso) è sempre preceduta da asterisco (*).
B. Per gli spazi da osservare prima e dopo la punteggiatura convenzionale, vedi 0D.
C. Ogni complemento del titolo è preceduto da due punti ( : ).
D. La prima parola del primo complemento del titolo ritenuto significativo è preceduta da asterisco (*).
E. La prima indicazione di responsabilità che segue un titolo è preceduta da una barra diagonale ( / ).
F. Ogni complemento parallelo del titolo è preceduto da spazio, segno di uguale, spazio ( = ).
G. Le successive indicazioni di responsabilità sono precedute ciascuna da punto e virgola ( ; ), a meno che non costituiscano un’unica frase, nel qual caso si usa l’interpunzione più appropriata.
Qualora più persone o enti svolgano la stessa funzione e non siano uniti da congiunzioni o simili, il segno di interpunzione usato sarà la virgola (, ).
H. Ogni responsabilità parallela è preceduta da spazio, segno di uguale, spazio ( = ).
I. Nel caso di sezioni o supplementi con titoli comuni e dipendenti, ciascuna parte dipendente del titolo proprio o ciascuna numerazione della sezione, se esiste, è preceduta da punto, spazio (. ).
L. Quando la numerazione di una sezione è seguita dalla parte dipendente del titolo proprio, quest’ultima è preceduta da virgola, spazio (, ).
Fonti prescritte: Per i periodici a stampa:
  1. Fonte primaria
  2. Fonti complementari
Per i periodici in formato elettronico ad accesso locale:
  1. Fonti leggibili a occhio nudo
  2. Fonti che richiedono l’uso di un’apparecchiatura
Per i periodici in formato elettronico ad accesso remoto le fonti che si ottengono accedendo alla risorsa stessa.

Le informazioni ricavate da una fonte diversa da quella primaria per l'area considerata sono racchiuse fra parentesi quadre o vengono date in nota.