Guida moderno/Descrizione/Capitolo generale/Punteggiatura

Da GuidaSBN.
Home > Guida moderno > Descrizione > Capitolo generale > Punteggiatura
0C Ordine generale degli elementi 0E Fonti d’informazione
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Materiale moderno.

0D Punteggiatura

  1. Ciascun segno della punteggiatura convenzionale che preceda o racchiuda un elemento è preceduto e seguito da spazio, a eccezione della virgola (, ) e del punto (. ) che sono solo seguiti da spazio (ma vedi M1, Punteggiatura, I). Per la punteggiatura non convenzionale la spaziatura segue le regole della lingua del testo e se necessario può essere seguita da quella convenzionale (ma vedi punto e.).
  2. Le parentesi tonde ( () ) e quadre ( [ ] ) (vedi punto f.) sono considerate come un unico segno di punteggiatura, per cui la prima parentesi tonda o quadra è preceduta e la seconda seguita da spazio.
  3. Ogni area a eccezione della prima è preceduta da punto, spazio, lineetta, spazio (. –).[1] La prima area non è preceduta da segni di punteggiatura convenzionale.
  4. Quando il primo elemento di un’area non figura nella descrizione, la punteggiatura che precede il primo elemento presente in quell’area è sostituita da punto, spazio, lineetta, spazio.
  5. Se un elemento termina con un’abbreviazione o altra parola o carattere seguiti da un punto, un punto interrogativo, un punto esclamativo o tre punti di sospensione e la punteggiatura prescritta che segue quell’elemento è un punto o inizia con un punto, questo non viene riportato.
  6. 3. ed. –
    Quo vadis? – 2. ed. –
    Giurisprudenza annotata di diritto industriale / diretta da A. Vanzetti ... –
  7. I due seguenti segni di punteggiatura sono usati in quasi tutte le aree:
    • Le parentesi quadre ( [ ] ) sono usate per indicare interpolazioni nella descrizione e informazioni ricavate da fonti diverse dalle fonti d’informazione prescritte. Se più elementi adiacenti all’interno della stessa area si ricavano al di fuori delle fonti prescritte si racchiudono ciascuno entro parentesi quadre.
    • I tre punti di sospensione ( ... ) sono usati per indicare l’omissione di una parte della descrizione nell’ambito di un elemento. Quando sono usati con questo significato sono preceduti e seguiti da spazio.
  8. Se non ci sono titoli paralleli ma soltanto complementi del titolo paralleli, questi si riportano nell’ordine in cui compaiono. Il primo complemento sarà preceduto da spazio, due punti, spazio ( : ), i successivi da spazio, segno di uguale, spazio ( = ).
  9. Se non ci sono titoli paralleli ma soltanto indicazioni di responsabilità parallele, queste si riportano nell’ordine in cui compaiono. La prima indicazione di responsabilità sarà preceduta da spazio, barra diagonale, spazio ( / ), le successive da spazio, segno di uguale, spazio ( = ).

  10. Qualsiasi area o elemento che non si applichi alla risorsa che si descrive si omette. Si omette anche la punteggiatura che precede o racchiude tale area o elemento.

Note

  1. Tale indicazione è valida solo per chi utilizza un applicativo che non divide le aree ISBD in campi distinti.