Reicat/Parte I/Capitolo 4/4.6/4.6.0

Da GuidaSBN.
(Reindirizzamento da REICAT 4.6.0.3)
Home > REICAT 4.6.0.3
4.6.1. Titolo della collezione
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Regole italiane di catalogazione.

4.6.0. Indicazioni generali

4.6.0.1. Elementi dell’area della collezione

L’area della collezione può comprendere una o più indicazioni di collezione (collana, serie, etc.) e l’eventuale numerazione all’interno della collezione stessa. Gli elementi dell’area possono essere riportati in più lingue o scritture (par. 4.6.6).

In ciascuna indicazione di collezione il titolo può essere seguito da complementi e da indicazioni di responsabilità (par. 4.6.2 e 4.6.3). Ulteriori informazioni possono essere riportate in un’eventuale descrizione autonoma della collezione o in una registrazione di autorità (cfr. il par. 1.5.4.3 e, per l’ISSN, il par. 4.6.4).

L’area si omette quando non vi sono informazioni da indicare.

4.6.0.2. Fonti d’informazione prescritte

Gli elementi dell’area si ricavano dalla fonte primaria, se possibile, o da fonti complementari (nell’ordine di preferenza indicato nel par. 3.4)[1]. Informazioni ricavate da altre parti della pubblicazione o da fonti esterne si riportano tra parentesi quadre. Si racchiudono tra parentesi quadre, quando è necessario riportarli, anche i complementi del titolo e le indicazioni di responsabilità che non compaiono nella stessa fonte da cui è stato riportato il titolo della collezione.

Per le pubblicazioni antiche gli elementi riportati nell’area (senza parentesi quadre) devono essere ricavati da un’unica fonte, che si segnala in nota se non è il frontespizio o l’occhietto (par. 4.7.6).

Informazioni presenti nelle fonti prescritte ma che non si applicano alla pubblicazione da descrivere (p.es., in una riproduzione, l’indicazione di collezione dell’originale) non si riportano nell’area.

Studi giuridici ; 64
(il titolo della collezione compare in testa al frontespizio, con il numero)
Estudios de literatura contemporánea ; 5
(il titolo della collezione compare sul frontespizio in basso, insieme al nome della casa editrice, il numero sul verso del frontespizio)
Acquario ; 44
(il titolo della collezione compare nell’occhietto, il numero nel colophon)
Richiami del passato italiani e stranieri
(il titolo della collezione compare sul verso del frontespizio)
L’antica fonte
(il titolo della collezione compare in quarta di copertina)
Il cinema di Sergio Leone ; 1
(il titolo della collezione compare sull’etichetta e sul contenitore della videocassetta, il numero sul dorso del contenitore)
Gli scudi
(il titolo della collezione compare sul contenitore della videocassetta)
Opere di Ippolito Nievo ; 3
In area 7: Titolo della collezione sul risvolto della sopraccoperta
(il titolo della collezione non compare in altri punti della pubblicazione)
Quadrante Laterza ; 115
(il titolo della collezione compare in questa forma nell’occhietto, come Quadrante in copertina e con la sigla QL sul dorso)
Quaderno azzurro di arte figurativa e poetica ; 4
(il titolo della collezione compare in quarta di copertina e nel colophon; sul frontespizio e in copertina compare solo l’espressione Quaderno n. 4)
Reprint antichi manuali Hoepli ; 55
(il titolo della collezione compare in copertina, il numero sul dorso e in quarta di copertina; sul frontespizio compare l’indicazione della collana originale, Manuali Hoepli, che si trascura)
I meridiani collezione ; 1
(il titolo della collezione compare nell’occhietto e, con il numero, sul dorso, mentre nella guardia anteriore e sulla custodia compare l’indicazione della collana originale, I meridiani, che si trascura; in altri volumi della collana anche nell’occhietto è stata mantenuta l’indicazione originale)

4.6.0.3. Trascrizione

Gli elementi dell’area si trascrivono come compaiono nella pubblicazione, salvo:

  1. l’impiego delle cifre arabe per la numerazione e per l’eventuale designazione di sezioni o di serie successive (anche se nella pubblicazione compaiono in cifre romane, in lettere per esteso o abbreviate in qualsiasi forma); il numero si fa seguire da un punto solo quando precede il termine che indica la sezione, serie, etc.;
  2. eventuali omissioni previste dalle norme che seguono.

4.6.0.4. Punteggiatura convenzionale

Ciascuna indicazione di collezione si racchiude tra parentesi tonde ( ( ) ). Più coppie di parentesi si separano con uno spazio.

Gli elementi che seguono il titolo della collezione (primo elemento dell’area), o il primo dei titoli, sono contraddistinti dai seguenti segni di punteggiatura:

  1. il punto ( . ), per ciascun titolo dipendente o relativa designazione (par. 4.6.1.2);
  2. i due punti ( : ), per ciascun complemento di un titolo (par. 4.6.2);
  3. la barra ( / ), per la prima indicazione di responsabilità che segue un titolo (par. 4.6.3);
  4. il punto e virgola ( ; ), per ciascuna successiva indicazione di responsabilità relativa allo stesso titolo (par. 4.6.3) e per la numerazione (par. 4.6.5);
  5. la virgola ( , ), per l’International Standard Serial Number (par. 4.6.4) e per separare un titolo dipendente dalla relativa designazione (par. 4.6.1.2);
  6. il segno di uguale ( = ), per ciascun titolo parallelo o altro elemento o sequenza di elementi paralleli (par. 4.6.6).

Tutti i segni possono essere ripetuti per elementi successivi dello stesso tipo.

(Titolo della collezione)
(Titolo della collezione ; numerazione)
(Titolo della collezione : complemento del titolo)
(Titolo della collezione / indicazione di responsabilità ; numerazione)
(Titolo della collezione) (Titolo di un’altra collezione a cui appartiene la stessa pubblicazione)
(Titolo comune. Titolo dipendente ; numerazione)
(Titolo comune. Designazione di titolo dipendente, Titolo dipendente ; numerazione)
(Titolo comune. Designazione di titolo dipendente ; numerazione)
(Titolo comune : complemento del titolo comune / indicazione di responsabilità relativa al titolo comune. Titolo dipendente ; numerazione)
(Titolo della collezione ; numerazione nella collezione. Titolo della sottocollezione ; numerazione nella sottocollezione)

4.6.0.5. Indicazioni di collezione nelle pubblicazioni in più unità

4.6.0.5 A. Per le pubblicazioni in più unità indicazioni di collezione che non sono comuni a tutte le unità (o che si ritiene non saranno comuni a esse, se la pubblicazione è in corso) si riportano nella descrizione delle singole unità (par. 5.2.6) o si segnalano in nota (par. 4.7.6). Si segnalano in nota anche eventuali variazioni o particolarità relative a singole unità (p.es. l’assenza dell’indicazione di collezione).

4.6.0.5 B. L’indicazione di collezione si riporta solo nella descrizione d’insieme (non in quelle delle singole unità, se descritte con registrazioni separate) se la collezione non è numerata oppure se tutte le unità recano lo stesso numero.

Se le unità (o gruppi di unità) recano numeri diversi l’indicazione di collezione si riporta sia nella descrizione d’insieme, con la numerazione in forma inclusiva (se continua), elencativa o sommaria (par. 4.6.5.4), sia nella descrizione delle singole unità, se esiste, con la numerazione appropriata a ciascuna (par. 5.2.6).

Note

  1. L’indicazione di collezione nell’area 6, essendo relativa a una singola pubblicazione appartenente alla collezione e basata sulle relative fonti d’informazione (senza considerare le indicazioni recate dalle altre pubblicazioni appartenenti alla stessa collana), può non coincidere esattamente con quanto riportato nell’area 1 della descrizione relativa alla collezione (se descritta autonomamente), oltre che con il titolo uniforme stabilito per la collezione stessa.