Guida moderno/Descrizione/Risorse monografiche/Area della pubblicazione/Nome dell'editore

Da GuidaSBN.
Home > Guida moderno > Descrizione > Risorse monografiche > Area della pubblicazione > Nome dell'editore
M4A Luogo di pubblicazione, produzione e/o distribuzione M4C Data di pubblicazione, produzione e/o distribuzione
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Materiale moderno.

M4B Nome dell’editore, produttore e/o distributore

c_210

Per editore si intende il responsabile della pubblicazione. Può trattarsi di un editore commerciale, di un ente pubblico o privato, di una persona.

Qualora manchi il nome dell’editore si riporta quello del distributore o di altre figure che compaiono in relazione alla diffusione o alla commercializzazione della risorsa (p.es. una casa di produzione cinematografica che cura anche la commercializzazione della risorsa).

Per le risorse video si considera editore la casa o filiale responsabile della pubblicazione, (alla quale di solito corrisponde l’indicazione di copyright più recente) anche se compare con minor rilievo rispetto alla casa di produzione dell’opera originale. Per le registrazioni sonore si considera generalmente come editore la casa discografica (etichetta) piuttosto che il gruppo a cui appartiene o la casa di produzione; in caso di dubbio si preferisce l’indicazione che compare con maggior rilievo (vedi REICAT 4.4.2.1 D.).

M4B.1 Trascrizione del nome dell’editore e/o distributore

  1. Il nome dell’editore si trascrive nella forma più breve, purché ne permetta l’identificazione senza ambiguità. In particolare si possono omettere, se non necessari per distinguere editori diversi:
    1. prenomi che accompagnano il cognome dell’editore
    2. termini quali editore, edizioni, casa editrice o espressioni equivalenti in qualsiasi lingua, se la denominazione non è in forma aggettivale
    3. indicazioni di forma giuridica.

    Nei casi di omonimia i prenomi che accompagnano il cognome possono essere rappresentati dalla sola iniziale.

    Le forme declinate con o senza preposizione si conservano.

    . - Milano : Mursia
    (l’editore compare come U. Mursia & C.)
    . - Milano : Jaca book
    (l’editore compare nella forma Editoriale Jaca Book)
    . - Torino : Unione tipografico-editrice torinese
    (risorsa in cui l’editore si presenta con la forma estesa e non con la sigla)
    . - Roma : Editori riuniti
    . - Milano : Mondadori
    (forma usata abitualmente dalla Arnoldo Mondadori editore s.p.a.)
    . - Milano : B. Mondadori
    . - Firenze : Sansoni edizioni scientifiche
    (in questo caso l’espressione edizioni scientifiche ha carattere distintivo)
    . - Lipsiae : in aedibus B. C. Teubneri
    . - Milano : Giuffrè
    (sul frontespizio compare l’indicazione Dott. A. Giuffrè editore)
  2. Se l’editore è rappresentato da una sigla e il suo nome non appare per esteso nell’area del titolo e dell’indicazione di responsabilità, o nell’area dell’edizione, questa viene riportata purché sia sufficiente ad indicare l’editore con chiarezza; altrimenti si dà in sostituzione, se possibile, la denominazione per esteso.
  3. . - Alger : Societé nationale d'édition et de diffusion
    (sul frontespizio l’editore è rappresentato dalla sigla S.N.E.D.)
  4. Se la denominazione dell’editore o del distributore comprende l’indicazione di una filiale o sezione, si dà solo quest'ultima, purché sia sufficientemente identificante.
  5. . - Torino : Piccola biblioteca Einaudi
    . - Milano : Oscar Mondadori
    . - [Milano] : Warner Home Video
    (si trascura l’indicazione della casa madre Warner Bros)
    . - Roma : La repubblica
    (si trascura l’indicazione che la risorsa video è pubblicata su autorizzazione della casa di produzione Cecchi Gori)
    . - Italy : Durlindana
    (registrazione sonora, per la quale si riporta come editore l’etichetta; sul supporto compaiono anche il nome della casa madre, Sony Music e un suo marchio, Columbia)
  6. Se il nome dell’editore appare espressamente associato a quello di altro ente o persona connessa con l’edizione (libraio, distributore, ente collettivo, autore dell’opera), sono riportati entrambi. Eventuali espressioni indicanti il rapporto fra i due nominativi e l’edizione si conservano.
  7. . - [S.l.] : published for the American philological association by the Press of Case Western Reserve university

M4B.2 Più editori

  1. Se nella risorsa figurano più editori, si riporta quello indicato con maggior rilievo tipografico o, se non c’è distinzione tipografica, il primo. Si può aggiungere un secondo editore se opportuno (per esempio perché editore di una coedizione internazionale o editore presentato con uguale rilievo tipografico). Se viene omesso il nome di un editore al quale nella risorsa è dato lo stesso rilievo tipografico, l’omissione è indicata con etc. tra parentesi quadre. Se i luoghi di pubblicazione sono diversi, ciascuno degli editori è dato dopo il proprio luogo, a meno che non sia il medesimo del primo editore nominato (vedi M4A.2).
  2. . - Bologna : N. Zanichelli ; Roma : Soc. ed. Foro Italico
    . - London : Evans [etc.]
  3. Se sulla fonte prescritta delle informazioni compaiono tanto l’editore che il distributore, si possono riportare entrambi, qualificando la funzione del distributore se non è implicita nel nome; per le risorse video e le registrazioni sonore si raccomanda di riportarli entrambi.
  4. . - [Italia] : MGM Home Entertainment ; [Milano] : Twentieth Century Fox Home Entertainment [distributore], 2002

M4B.3 Nome dell’editore assente

  1. Se il nome dell’editore non compare nelle fonti prescritte, si riporta tra parentesi quadre e secondo il seguente ordine di preferenza:
    1. il nome dell’editore che risulta da fonti esterne.
    2. il nome dell’editore probabile, seguito da un punto interrogativo

    Se possibile, si riporta in nota la fonte consultata:

    . - Glasgow : [John Smith & Son?]
  2. Se non si può indicare nessun nome come editore o distributore si riporta fra parentesi quadre l’abbreviazione s.n. (sine nomine).
  3. . - Roma : [s.n.]

M4B.4 Nome dell’editore falso, errato o immaginario

Se il nome presente nella risorsa è falso, errato o immaginario, si indica il nome reale dell’editore, se conosciuto, tra parentesi quadre, seguito da un punto interrogativo se non è certo, altrimenti si dà una spiegazione nell’area delle note. Si indica in area 7, quando opportuno, la fonte da cui è ricavata l’informazione.

M4B.5 Indicazione di editori non commerciali, distributori, librai, tipografi etc.

  1. Se l’editore è una persona o un ente il cui nome appare per esteso nell’area del titolo e dell’indicazione di responsabilità, o nell’area dell’edizione, il suo nome si ripete nell’area della pubblicazione. Può essere dato in forma semplificata, se presente nelle fonti prescritte.
  2. *Per una politica dell’innovazione scientifica e tecnica / Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche. - Milano : FAST, 1969
    . - Palermo : a cura dell’autore
  3. Se nella risorsa appare solo l’indicazione del distributore, questa è riportata al posto dei dati relativi all’editore. Se la funzione del distributore non è dichiarata esplicitamente si aggiunge, tra parentesi quadre, la precisazione distributore.
  4. . - Roma : si vende da G. Vaccari
    . - Dobbs Ferry : distributed by Oceana publications
    . - Paris : A. Colin [distributore]
  5. Il luogo di stampa e il nome del tipografo non vanno dati come sostituti del luogo e del nome dell’editore sconosciuto (vedi M4D.2). Tuttavia se una persona o un ente uniscono l’attività di editore a quella di tipografo o se è dubbio quando una persona o ente siano responsabili della pubblicazione o della sola stampa, o comunque quando un tipografo è presentato come editore sul frontespizio, i dati sono riportati nella posizione dell’editore.
  6. . - Torino : Industria grafica O. Falciola
    (il nome dello stampatore è presentato sul frontespizio al posto dell’editore)

M4B.6 Indicazioni parallele dell’editore

Se il nome dell’editore appare in più di una lingua, si riporta la forma nella lingua del titolo proprio o, in mancanza, quella che ha maggior rilievo tipografico o, se non c’è distinzione tipografica, la prima. Indicazioni parallele si possono riportare se ritenute necessarie.