Guida musica/Parte I/Capitolo 3/Pubblicazioni monografiche/Area della descrizione materiale/Designazione specifica: differenze tra le versioni

Da GuidaSBN.
(Creazione pagina)
(Nessuna differenza)

Versione delle 11:00, 9 ago 2020

Home > Guida musica > Parte I > Capitolo 3 > Pubblicazioni monografiche > Area della descrizione materiale > Designazione specifica
U5B Altre caratteristiche materiali
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Musica.

U5A Designazione specifica ed estensione del materiale

(Cfr. M5A Designazione specifica ed estensione del materiale)

a_215

Per designazione specifica si intende la particolare categoria di materiale cui la risorsa appartiene (p.es. partitura, parti, pieghevole, cartella, manifesto, volume, fascicolo, disco sonoro, compact disc, audiocassetta, etc.).

Per estensione si intende il numero delle sottounità non materialmente separate o non autonome che la risorsa comprende (p.es. pagine, carte, fogli, fotogrammi) e/o un’indicazione analoga di quantità (p.es. la dimensione di un file) o di tempo di riproduzione, ma non le dimensioni fisiche, per cui vedi U5C.

216px-U+266B a.png [M] La descrizione della musica a stampa deve riferirsi sempre alla risorsa nella sua completezza editoriale, prescindendo dal posseduto (p.es. più copie di una parte oppure esemplari incompleti o mutili le cui specifiche si indicano solo in nota all’esemplare).

5fingers icon.png [N] Per le risorse non pubblicate si considera la risorsa nello stato corrispondente al suo piano produttivo, mentre le informazioni relative a interventi successivi (p.es. la legatura, se non è originale, lo stato di conservazione, la completezza) si registrano come dati relativi all’esemplare (cfr. U0A.2, Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate, par. 0.3.1, 0.6 e REICAT 7.4).

U5A.1 Numero delle unità e designazione specifica

Come primo elemento dell’area si registra il numero di unità che costituiscono la risorsa seguito dalla designazione specifica del materiale.

Per le risorse costituite da più unità vedi anche il par. U5A.4.

La designazione specifica si riporta in italiano, se possibile, in forma non abbreviata, preferendo il termine più specifico di uso corrente. Per i termini da utilizzare vedi Appendice III.

L'indicazione di presentazione precede altre eventuali designazioni specifiche.

Se la risorsa è in corso si omette il numero delle unità fisiche lasciando quattro spazi.

Il numero e la designazione delle unità fisiche si riportano solo eccezionalmente (cfr. M5A.3.1, punti n. e o.) nei seguenti casi:

  1. per la musica notata in una sola unità fisica per cui non esiste un termine che ne definisce la presentazione (p.es. composizioni per pianoforte o altro strumento senza accompagnamento) o il termine non può essere utilizzato come designazione specifica del materiale (p.es. melodia con accordi, testo con accordi);
  2. per i testi per musica in un solo volume.
1 spartito
4 parti
Headphone icon.png [S] 1 bobina di nastro sonoro
1 compact disc
1 rullo
High-contrast-camera-video.png [V] 1 DVD-Video
Computer icon.png [E] 3 parti in 12 file
4 parti in 12 fascicoli
(la risorsa contiene un quartetto in 3 movimenti, scritti su fascicoli separati)
1 partitura in 2 volumi
1 partitura in due copie
(la risorsa è pubblicata in due esemplari della stessa partitura, utilizzati come parti da ciascun esecutore)
1 partitura grafica (1 manifesto)
(la presentazione precede l’indicazione specifica non musicale)
1 rotolo
(risorsa di musica a stampa per flauto solo)
24 p.
(la risorsa contiene musica per violino solo, per cui non esiste un termine che ne definisce la presentazione)

Se la numerazione delle unità fisiche o bibliografiche indicata nella risorsa differisce dal numero delle unità fisicamente distinte, i due numeri si registrano nell’ordine.

6 volumi in 3

U5A.2 Altre informazioni sul materiale

La designazione specifica del materiale è seguita dall’indicazione:

  1. del sistema o del formato utilizzato o dello strumento necessario per la riproduzione (per le risorse fruibili solo con l’impiego di un’apparecchiatura);
  2. della modalità di produzione (per le risorse non pubblicate)

U5A.2.1 Sistema, formato o mezzo di riproduzione

Per le risorse fruibili con mediazione si riporta fra parentesi tonde l’indicazione del sistema utilizzato, il formato del file o il nome dello strumento necessario per la riproduzione.

Headphone icon.png [S]  High-contrast-camera-video.png [V]  Per le registrazioni sonore e per i video musicali si riporta fra parentesi tonde l’indicazione di un particolare sistema tecnico quando è indispensabile per la lettura della risorsa; le compatibilità si possono indicare in nota.

Computer icon.png [E] Per le risorse in formato elettronico si riporta fra parentesi tonde l’indicazione del sistema utilizzato, il formato del file o il nome dell’applicativo necessario per la riproduzione.

1 rullo perforato (per autopiano, 88 note)
1 disco perforato (per organetto Ariston 8, 24 note)
Headphone icon.png [S] 1 compact disc (MP3)
2 compact disc (CD-extra ; opendisc)
1 compact disc (SACD)
High-contrast-camera-video.png [V] 1 videocassetta (Betacam)
1 DVD-video (DivX)
Computer icon.png [E] 1 testo elettronico (PDF)
4immagini (JPEG)
1 file (.mus)

U5A.2.2 Modalità di produzione delle risorse non pubblicate

5fingers icon.png [N] L’indicazione della modalità di produzione specifica il tipo di processo o la fase produttiva di una risorsa non pubblicata.

1 testo dattiloscritto
P writing icon.png [T] 1 spartito manoscritto
23 parti manoscritte
1 partitura manoscritta in 3 volumi
1 rotolo manoscritto
Headphone icon.png [S] 1 disco sonoro matrice
2 dischi sonori master

U5A.3 Estensione

U5A.3.1 Estensione della musica notata e dei testi per musica

L’indicazione di estensione consiste nel numero di pagine, carte, fogli e/o colonne (vedi anche U5A.3.1.5, U5A.3.1.6 e U5A.3.1.7); quando segue l'indicazione specifica del materiale l’estensione si dà tra parentesi tonde.

Si riporta il numero che figura sull’ultima pagina, carta o colonna numerata di ciascuna sequenza. I numeri si trascrivono come appaiono sulla risorsa, in cifre arabe o in cifre romane. Se le pagine o le carte sono segnate con lettere invece che con numeri, si riportano la prima e l’ultima lettera precedute dalla parola o abbreviazione indicante le pagine o carte.

Encyc car Dit.png [A] Per le pubblicazioni antiche vedi anche Guida alla catalogazione in SBN - Materiale antico, par. 5A.

P writing icon.png [T] Per i manoscritti musicali vedi Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate, par. 4.5.1.4.

1 partitura (329 p.)
12 p.
(estensione di una risorsa di musica notata per clarinetto solo)
47 p.
(estensione per una risorsa di musica notata con presentazione melodia con accordi)
IV, 211 p.
1 spartito (15 c., 423 p.)
1 cartella (6 c.)
Encyc car Dit.png [A] P. a-K
P. A-K
P writing icon.png [T] 1 spartito manoscritto (128 c.)
Template:Tessto musica
Template:Tessto musica

Se le carte sono notate su un solo lato, il dettaglio si può indicare in nota.

325 p.
In area 7: Pagine pari bianche

L’estensione di una risorsa con più di una colonna per pagina e con numerazione per colonne si descrive in termini di colonne. Se vi sono più di due colonne per pagina, il dettaglio si può indicare in nota.

84 col.

La presenza di numeri arabi o romani nell’ambito della stessa sequenza non si indica.

Encyc car Dit.png [A] Per le pubblicazioni antiche questo dettaglio si fornisce in nota.

128 p.
(la pubblicazione presenta due sequenze, una numerata I-XIII, l’altra 14-128)

Ogni numerazione diversa da quella romana e araba (greca, ebraica, etc.) si traduce in numeri arabi; se ne può specificare il tipo in nota.

48 p.
In area 7:: Paginazione in caratteri arabi

Una paginazione ripetuta in pagine opposte (p.es. testi in due lingue stampati a fronte) è seguita dall’indicazione doppie.

34 p. doppie

U5A.3.1.1 Più sequenze di pagine, etc.

Se una risorsa contiene più di tre sequenze di pagine, carte o colonne oppure sequenze di pagine numerate e sequenze piuttosto consistenti di pagine non numerate, si indica il numero totale delle pagine tra parentesi quadre; per pubblicazioni di minore importanza si può indicare solo 1 volume. La particolarità si segnala tra parentesi tonde.

[935] p. (paginazione varia)
1 volume (paginazione varia)

Se una delle sequenze è chiaramente la principale, si riporta il numero delle sue pagine seguito dal totale delle altre sequenze tra parentesi quadre.

400, [98] p.
(la paginazione è: 18, 400, 60, 20)

La designazione specifica e l’estensione del materiale di una pubblicazione a fogli mobili, destinata a essere aggiornata, si descrive semplicemente come:

1 volume
In area 7: A fogli mobili, aggiornato annualmente

Se le pagine, carte o colonne di una risorsa sono numerate come parte di una sequenza maggiore (p.es. in un volume di una pubblicazione in più volumi, o in un estratto di un periodico), si riportano i numeri della prima e dell’ultima pagina, carta o colonna. In questo caso l’abbreviazione indicante le pagine, carte o colonne si dà prima dei numeri.

C. 81-93
P. 713-797

Se la risorsa è numerata contemporaneamente di per sé e come parte di una sequenza maggiore, si riporta la numerazione della risorsa stessa, dando in nota la numerazione della sequenza maggiore.

14 p.
In area 7: Numerato anche p. 139-152

U5A.3.1.2 Formati particolari

Dettagli sull’estensione (p. es. pagine ripiegate o non legate) si precisano con espressioni appropriate.

1 partitura (6 p. ripiegate)
1 partitura (1 pieghevole di [8] p.)
1 partitura ([6] c. sciolte)

U5A.3.1.3 Pagine o carte di tavole

Il numero delle pagine di tavole o carte di tavole non comprese nella paginazione del testo si dà dopo questa, sia che le tavole si trovino raggruppate o sparse nella risorsa o anche quando vi sia una sola tavola.

246 p., 24 c. di tav.
X, 32, 73 p., [1] c. di tav.
246 p., 12 p. di tav.
246 p., 38 c. di tav., 24 p. di tav.
46, [1] p., [4] c. di tav. ripiegate, [23] c. di tav. doppie ripiegate

U5A.3.1.4 Numerazione errata

Se il numero dell’ultima pagina, carta o colonna numerata di una sequenza è errato, lo si riporta come appare nella risorsa, seguito dalla rettifica fra parentesi quadre.

IV, 94 [i.e. 49] p.

U5A.3.1.5 Sequenze di pagine, etc., non numerate

Non si registrano sequenze non numerate di pagine o carte, a meno che la sequenza non costituisca una parte notevole della risorsa contenente parti del testo, incluse introduzioni, indici analitici, appendici e altro materiale sussidiario. La regola non si applica alle carte di tavole, (vedi {{#U5A.3.1.3|U5A.3.1.3}}). Carte preliminari, intercalate o finali (occhietto, frontespizio, sommario) si registrano nelle edizioni di particolare importanza tipografica.

32 p.
(la risorsa presenta 4 pagine non numerate e 32 pagine numerate da 1 a 32)

Quando si riportano, le sequenze non numerate si computano a pagine o a carte secondo il tipo di numerazione prevalente nel volume; le relative cifre, in numeri arabi, si danno fra parentesi quadre.

IV, [70] p.
(la risorsa presenta 4 pagine numerate da I a IV e 70 non numerate)

U5A.3.1.6 Numerazione assente

Se l’intera risorsa non reca la numerazione delle pagine o carte si conta il numero delle pagine o delle carte e lo si riporta tra parentesi quadre. La mancanza di paginazione si può segnalare in nota. Nel numero delle carte si include la copertina se è parte integrante della risorsa o quando, nel verso, contiene l’inizio del testo. Per risorse di minore importanza, qualora il computo sia molto laborioso, si può riportare la sola indicazione specifica del materiale. La particolarità si può segnalare tra parentesi tonde o in nota.

[4] p.
(la numerazione comprende la copertina/frontespizio)
[300] c.
In area 7: Senza paginazione
1 volume (senza paginazione)

Encyc car Dit.png [A] Per le pubblicazioni antiche, oltre a riportare il numero delle carte tra parentesi quadre, si dà in nota l’indicazione della segnatura.

[80] c.
In area 7: Segnatura: A-K8