Guida materiale cartografico/Descrizione/Collezioni/Aree ed elementi della descrizione/Area della pubblicazione

Da GuidaSBN.
Home > Guida materiale cartografico > Descrizione > Collezioni > Aree ed elementi della descrizione > Area della pubblicazione
3.1 Area del titolo e dell’indicazione di responsabilità 3.3 Area delle note
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Materiale cartografico.

3.2 Area della pubblicazione, produzione, distribuzione, etc.

3.2.1 Luogo ed editore

Il luogo di pubblicazione è quello indicato in modo preminente sulle fonti prescritte. Se compaiono più luoghi di pubblicazione per lo stesso editore, si riporta quello presentato con maggiore rilievo o, a parità di rilievo, il primo.

Se i luoghi indicati con pari rilievo sono due si possono riportare entrambi. Se sono tre o più si riporta solo il primo e l’omissione si segnala con l’espressione etc., tra parentesi quadre.

Se il luogo di pubblicazione e/o l’editore variano tra le risorse che fanno parte della stessa collezione si riporta in descrizione quello della prima o della risorsa su cui si basa la descrizione. Le variazioni si segnalano in nota, in forma generica se sono numerose (vedi C7A.4 Note sull’area della pubblicazione, produzione, distribuzione, etc.).

Nel titolo comune di sezione e sottocollezione vanno riportati sempre gli elementi dell’area della pubblicazione.

Si riportano in descrizione il luogo di pubblicazione e/o l’editore della prima o della risorsa su cui si basa la descrizione.

Se il luogo di pubblicazione e/o l’editore variano tra le risorse che fanno parte della stessa collezione, le variazioni si segnalano in area 7, in forma generica se sono numerose.

Per i legami con gli editori vedi Collegamenti, Titolo-Nome.

Nel titolo comune di sezione e sottocollezione vanno riportati sempre gli elementi dell’area della pubblicazione.

3.2.2 Data

Per le collezioni correnti (tipo data A) si riporta:

l’anno certo, desunto o probabile della risorsa edita per prima seguito da un trattino.

Per le collezioni spente (tipo data B) si riportano:

gli anni certi, desunti o probabili della risorsa edita per prima e di quella edita per ultima, separati da un trattino senza spazio.

Per la trascrizione della data vedi S4C.1.

Per i codici del tipo di data vedi 2 Codici di qualificazione bibliografica (Tipo di data) e Norme, cit., Codici di qualificazione bibliografica, Tipo di data.