Norme musica non pubblicata/Capitolo 2/2.5/2.5.8

Da GuidaSBN.
Home > Norme musica non pubblicata > Capitolo 2 > 2.5 > 2.5.8
2.5.7 Simboli, stemmi, marchi, lettere decorate, etc.
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate.

2.5.8 Punteggiatura presente nella risorsa

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi REICAT 2.5.8.

2.5.8.1 Criteri generali di trascrizione

La punteggiatura presente nella risorsa si trascrive come si presenta, ma può essere omessa, modificata o integrata quando è necessario per la comprensione o per non interferire con quella convenzionale.

Per i manoscritti, se si preferisce, si può riportare interamente ed esclusivamente la punteggiatura originale nelle aree 1 e 2 (vedi il par. 4.1.0.4.2 e REICAT 4.1.0.5 e 4.2.0.5) o indicare in area 7, specificamente o in forma generica, se la punteggiatura dell’originale è stata modificata, integrata o omessa.

La punteggiatura convenzionale predomina su quella conforme all’originale.

Per la punteggiatura di scritture che vanno da destra a sinistra, vedi il par. 2.3.2.

2.5.8.2 Punteggiatura che separa due elementi consecutivi della descrizione

Segni di punteggiatura che nell’originale separano due elementi consecutivi della descrizione (o, nei casi indicati da norme specifiche, due componenti di un elemento) sono di norma sostituiti dal segno prescritto, a eccezione dei casi indicati nel par. 2.5.8.1.

2.5.8.3 Punteggiatura all’interno di un elemento

Segni di punteggiatura che compaiono all’interno di un elemento (p.es. del titolo) sono generalmente riportati come si presentano, salvo quando interferiscono con la punteggiatura convenzionale o la leggibilità della descrizione.

In particolare:

  1. le parentesi quadre si sostituiscono con parentesi tonde, segnalando in area 7 la sostituzione;
  2. le parentesi tonde si mantengono quando si trovano all’interno di un elemento e quando racchiudono un complemento del titolo o un’indicazione di responsabilità; eventuali omissioni si indicano in area 7;
  3. il punto interrogativo e il punto esclamativo si mantengono (e possono essere seguiti da una minuscola);
  4. i tre punti di sospensione si mantengono, riportandoli senza spazio rispetto alla parola che precede;
  5. i due punti si mantengono quando non hanno funzione ornamentale;
  6. trattini, lineette, barre o altri segni (p.es. punti) si possono sostituire con virgole quando hanno solo la funzione di separare graficamente più informazioni, di solito dello stesso genere (p.es. i nomi di più autori o più nomi o argomenti in un elenco), mentre si mantengono quando la sostituzione altererebbe il significato;
  7. la barra obliqua si riporta senza spazio né prima né dopo (ma si può sostituire con una virgola se è usata con questo valore);
  8. la virgola e il punto e virgola si mantengono, generalmente, se non interferiscono con la punteggiatura convenzionale;
  9. le virgolette si mantengono quando è necessario per la comprensione o per non distorcere il significato del titolo, altrimenti si possono omettere.

2.5.8.4 Punteggiatura aggiunta

Non si aggiungono segni di punteggiatura non presenti nell’originale se non quando è indicato dalle norme o quando sono indispensabili per la comprensione o per non distorcere la presentazione delle informazioni nella fonte. In questi casi si usa possibilmente una virgola (p.es. per separare espressioni che nell’originale sono staccate dalla disposizione grafica).

2.5.8.5 Cambio di riga

Per i manoscritti, se si usa la punteggiatura originale (par. 2.5.8.1) il cambio di riga si indica di norma con una barra verticale ( | ) preceduta e seguita da spazio, escluso il caso di a capo all’interno di una parola, per il quale si tralasciano gli spazi.

In festo | nativi | tatis

2.5.8.6 Altri segni e simboli

I segni utilizzati a puri scopi di impostazione grafica o ornamento si omettono. Il trattino utilizzato alla fine di una riga per dividere una parola che va a capo si mantiene se si usa la punteggiatura originale, altrimenti si omette.