Norme musica non pubblicata/Capitolo 2/2.5/2.5.5

Da GuidaSBN.
Home > Norme musica non pubblicata > Capitolo 2 > 2.5 > 2.5.5
2.5.4 Numeri 2.5.6 Iniziali, sigle e acronimi
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate.

2.5.5 Abbreviazioni e contrazioni

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi REICAT 2.5.5.

2.5.5.1 Abbreviazioni per troncamento

Le abbreviazioni per troncamento, seguite dal punto (o anche dai due punti, nelle risorse antiche, o con raddoppiamento), si riportano come si presentano, uniformando l’impiego di maiuscole e minuscole secondo l’uso della lingua. Quando l’uso ammette entrambe le forme si preferisce la minuscola.

Per iniziali, sigle o altre espressioni costituite da più parole abbreviate, vedi REICAT 2.5.6.

2.5.5.2 Forme contratte

Forme contratte e abbreviazioni di parole lunghe e/o frequenti si possono lasciare come si presentano o si possono sciogliere, ove possibile, quando il significato non sia evidente; gli scioglimenti si possono includere tra parentesi quadre o evidenziare in area 7.

Si riportano sulla riga lettere che si presentano soprascritte (p.es.: Sig.re o Sigre si trascrivono Sig.re, M° si trascrive M.o).

S. oppure s. (per Santo o santo, Santa o santa)
R. oppure r. (per Regno, Regio o regio, Regia o regia, Reale o reale, etc.)
SS. oppure ss. (per Santi o santi, Santissimo o santissimo, Santissimi o santissimi, etc.)
rr. (per regi, regie, reverendi, etc.)
Gio: Gio.ni (per Giovanni)
d. p. f. fr. (per don o dom, dominus, padre, frate, frater, etc.)
dott. dott.ssa Dr D.r etc.
sig. sig.ra Sr S.r Mr Mme Mlle etc.
Rep. mag. ven. ecc.mo ill.mo ser.ma etc.
Il Tamburo | Musica | Del Sig.re D. Gio.ni Paesiello
Cantata. Il Timoteo, ovvero gl’effetti | Della Musica in ogni Maniera. | A’ due Voci. | Del Sig:re Benedetto Marcello | Nob: Veneto
Lodi in onore della s[ua] d[onna]

2.5.5.3 Lettere modificate

Abbreviazioni o contrazioni in cui siano impiegate lettere modificate o segni non più in uso si sostituiscono con la forma estesa, per quanto possibile. Sono comprese le abbreviazioni con linea soprascritta o con l’uso di segni speciali (p.es. quelli di forma simile alle cifre arabe 9 e 2), le forme modificate della p e della q, etc.

La presenza di abbreviazioni si può segnalare, di solito genericamente, in area 7.

Se lo scioglimento è incerto o ignoto le lettere aggiunte si racchiudono tra parentesi quadre, con un punto interrogativo (p.es. amico[rum?]), o l’espressione si riporta come si presenta, per quanto possibile, accompagnata da un punto interrogativo tra parentesi quadre (p.es. amico[?], [?]s).

Le lettere integrate si possono racchiudere in ogni caso tra parentesi quadre (non precedute, né seguite da spazi).