Norme musica non pubblicata/Capitolo 2/2.5/2.5.1

Da GuidaSBN.
Home > Norme musica non pubblicata > Capitolo 2 > 2.5 > 2.5.1
2.5.2 Maiuscole
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate.

2.5.1 Caratteri speciali e particolarità grafiche

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi REICAT 2.5.1.

2.5.1.1 Criteri generali di trascrizione

Quanto si trova nella risorsa si trascrive fedelmente, riproducendone possibilmente le particolarità grafiche, con eventuali omissioni (cfr. i par. 2.2, 2.3.3, 4.1.1.2, 4.1.1.5, 4.4.0.4, 4.4.3.1).

2.5.1.2 Ortografia

Le parole si trascrivono nella forma ortografica in cui si presentano, anche se non più usata (per gli errori, vedi il par. 2.7), ma le legature (o politipi, p.es. æ e œ per ae e oe) e le forme grafiche particolari di singole lettere (p.es. la ſ o s lunga) si trascrivono nella forma consentita dalle lettere e dai segni disponibili.

Si riportano invece, se possibile, le lettere distinte in uso in lingue diverse dall’italiano (p.es. ç, ñ, ß, ø, ł, ı). Le forme di & (p.es. k) e la nota tironiana ( Nota tironiana.svg ) si trascrivono come &.

Per i segni abbreviativi o di contrazione, vedi il par. 2.5.5.

Si ricorda che forme grafiche particolari o l’uso di segni diversi dalle 26 lettere dell’alfabeto latino nella loro forma moderna (p.es. i caratteri æ o &) possono comportare insuccessi nella ricerca: è quindi opportuno prevedere sempre la possibilità di ricerca secondo la grafia più semplice o più moderna.

2.5.1.3 Particolari che si trascurano

Si trascurano altre particolarità grafiche che non si prestino a essere riprodotte nella descrizione (p.es. l’uso di più colori o di serie di caratteri di diverso disegno o misura) o che non corrispondano all’uso della lingua (p.es. caratteri spazieggiati o parole che si presentano non separate da spazi ma da cambiamenti di colore o forma). Quando lo si ritiene opportuno, si può segnalare la particolarità in area 7.

Quando sono possibili trascrizioni diverse è opportuno prevedere l’accesso anche da quelle non scelte (cfr. REICAT, cap. 13).