Norme musica non pubblicata/Capitolo 1/1.3.2

Da GuidaSBN.
Home > Norme musica non pubblicata > Capitolo 1 > 1.3.2
1.3.1 Musica notata 1.3.3 Risorse musicali in formato elettronico
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Norme di catalogazione delle risorse musicali non pubblicate.

1.3.2 Registrazioni sonore o audiovisive

Una registrazione sonora o audiovisiva musicale può essere realizzata:

  1. in un unico supporto, contenente una o più registrazioni effettuate nello stesso tempo o in tempi successivi;
  2. in più supporti separati ma realizzati insieme;
  3. in una aggregazione di supporti diversi.

Una registrazione sonora o audiovisiva in una sola unità può essere costituita o corredata da parti o componenti materialmente staccate ma che non si considerano unità autonome.

1.3.2.1 Registrazioni sonore o audiovisive musicali con parti non autonome

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi REICAT 1.4.1.

Una registrazione sonora o audiovisiva musicale in una sola unità (o una singola componente di una risorsa in più unità) è di solito costituita da un unico oggetto, ma:

  1. può essere costituita da parti materialmente staccate realizzate insieme o in tempi successivi, che non sono destinate a essere diffuse o eseguite da sole e sono spesso prive di elementi d’identificazione autonomi (p.es. un insieme di nastri contenenti le prese di una registrazione, destinate a essere combinate nel master finale, la registrazione delle diverse riprese di un concerto fatte contemporaneamente da più telecamere; cfr. par. 4.5.0.5);
  2. può essere corredata da un contenitore staccato (p.es. scatola, busta, astuccio, custodia) o da componenti accessorie analoghe;
  3. può essere corredata da allegati (p.es. il testo, un libretto da campo o un commento registrato o scritto; cfr. par. 1.3.4).

1.3.2.2 Registrazioni sonore o audiovisive musicali in più unità

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi REICAT 1.4.2.

Le singole componenti delle registrazioni sonore o audiovisive in più unità presentano caratteristiche che le rendono autonome ma:

  1. possono essere contraddistinte ognuna da un proprio titolo;
  2. possono presentare una numerazione (o lettere o altre designazioni);
  3. possono mancare di propri elementi di identificazione.

Le singole componenti possono contenere sezioni di una stessa opera (p.es. un’opera in più dischi, più nastri contentenenti registrazioni di parti di campagne etnografiche), opere diverse (p.es. più concerti o canzoni) o componenti complementari (p.es. un DVD con la registrazione di un’opera e un DVD con materiali aggiuntivi), di pari importanza o comunque presentate o numerate su un piano di parità (cfr. par. 4.5.0.5). Possono avere propri titoli, responsabilità diverse o altri elementi d’identificazione specifici, che può essere necessario o opportuno registrare, e possono presentare forme varianti degli elementi d’identificazione.

La risorsa nel suo complesso o una o più componenti possono essere corredate da allegati (par. 1.3.4).

Per la descrizione delle risorse in più unità, vedi il cap. 5.

1.3.2.3 Registrazioni sonore o audiovisive musicali in un’aggregazione di supporti diversi

Una registrazione sonora o audiovisiva musicale può essere costituita di supporti di natura diversa realizzati contemporaneamente come documentazione di un unico evento (p.es. un DVD e un CD, oppure un nastro magnetico e una videocassetta dello stesso concerto). Per la descrizione di registrazioni sonore o audiovisive in un’aggregazione di supporti diversi, vedi il par. 4.5.3.3.3.

1.3.2.4 Risorse sonore e audiovisive omogenee e composite

1.3.2.4.1 Risorse sonore e audiovisive omogenee

Per risorsa omogenea si intende una registrazione sonora o audiovisiva ideata come singola unità (p.es. un CD o un nastro sonoro). Essa può contenere una sola o più registrazioni; in quest’ultimo caso si definisce miscellanea. Per la descrizione delle risorse omogenee, vedi il cap. 4. Per la descrizione delle componenti contenute in una miscellanea, vedi il par. 5.6.

1.3.2.4.2 Risorse sonore e audiovisive composite

Per risorsa composita (o eterogenea) si intende una registrazione sonora o audiovisiva che si presenta come un’unità fisica, mentre in realtà è il risultato di più risorse intere o frammentarie messe insieme in una determinata epoca per motivi diversi (p.es. un nastro costituito di più nastri o parti di nastro giuntati tra loro).

Per la descrizione delle risorse composite, data la complessa e multiforme casistica e poiché non è sempre facile individuare le singole unità, può essere più opportuno limitarsi a segnalare che la risorsa è composta di più parti, descrivendo tutti gli elementi in una sola registrazione bibliografica, evidenziando sempre il nome del raccoglitore (persona o ente), se individuabile, oppure oltre alla definizione della risorsa come composita e all’elaborazione di un titolo d’insieme, si definiscono gli elementi relativi alla designazione specifica ed estensione del materiale (cfr. par. 5.1), mentre gli altri dati si riportano solo se sono comuni a tutti gli elementi (data di realizzazione, origine, altri particolari fisici e tecnici, stato di conservazione, indicazioni di possesso, storia della risorsa) e ogni unità del composito – che costituisce di per sé un’unità omogenea – si descrive in una registrazione bibliografica separata, dove si segnalano le caratteristiche proprie di ciascun elemento, specificando gli estremi della successione.