Guida antico/Descrizione/Aree ed elementi della descrizione/Area delle note/Note

Da GuidaSBN.
Home > Guida antico > Descrizione > Aree ed elementi della descrizione > Area delle note > Note
7B Note da trascrivere in campi specifici
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Guida alla catalogazione in SBN – Materiale antico.

7A Note

7A0 Nota di riferimento bibliografico[1]

Si dà come prima nota, obbligatoriamente per gli incunaboli[2], il riferimento bibliografico possibilmente nella forma abbreviata standard[3] o altrimenti con gli elementi essenziali. Più riferimenti bibliografici si separano con un punto e virgola.

. - Riferimenti: ISTC id00403000
. - Riferimenti: ESTC T65322
. - Riferimenti: EDIT16 CNCE 4995
. - Riferimenti: Baudrier, H.-L. Bibliographie lyonnaise, vol. 9, p. 368
. - Riferimenti: R. Amiet, Missels et bréviaires imprimés, p. 232

7A1 Note sull’area del titolo e dell’indicazione di responsabilità

7A1.1 Note sul titolo proprio

7A1.1.1 Note sulla fonte del titolo proprio

Se la fonte del titolo proprio non è il frontespizio, la si segnala in nota.

. - Il titolo si ricava dall’explicit
. - Titolo dell’intitolazione

7A1.2 Note su titoli varianti, titoli paralleli, complementi del titolo e altre informazioni connesse al titolo

Possono comprendere indicazioni relative al titolo quando sono ritenute utili per l’identificazione della risorsa.

Titoli varianti, titoli paralleli e complementi del titolo ai quali non si ritenga utile dare accesso possono essere riportati in nota o se ne può solo segnalare la presenza.

. - Su un frontespizio aggiuntivo: To the English gentrie
. - Lo spazio per la lettera iniziale è stato lasciato in bianco dallo stampatore
. - Titolo anche in arabo
. - Titolo parallelo in spagnolo sul verso del frontespizio
. - Nel titolo il numero 31 è espresso: XXXI
. - Forme contratte nel titolo
. - Precede il titolo: A.M.D.G.
. - Incipit: Se eccelsi fatti inaudite nuoue
. - Precede il titolo: Al conte Ottorino Riccoboni d’Aosta
. - Dedica al Senato di Bologna

7A1.3 Note su natura, ambito, forma, scopo o lingua della risorsa

Informazioni relative a natura, ambito, forma letteraria, o scopo si registrano in nota quando non sono ricavabili da altri elementi della descrizione e sono ritenute utili per l’identificazione della risorsa.

Si indica la lingua della risorsa se non desumibile da altri elementi della descrizione o tutte le lingue presenti nel caso di testi in più di tre lingue.

. - Scelta di carmi
. - Testo in greco
Commento redazionale: Il titolo è in latino
. - Testo originale a fronte
Commento redazionale: In area 1 compare solo il titolo tradotto e il testo a fronte è nella lingua originale
. - Testo anche in olandese, francese e tedesco
. - Pubblicato in occasione delle nozze di Pietro de Boutourlin con Aurora Poniatowsky

7A1.4 Note sull’indicazione di responsabilità

Possono comprendere chiarimenti relativi alla paternità dell’opera, informazioni su forme varianti o complete di nomi di persone o enti, informazioni su persone o enti connessi con l’opera ma che non possono essere incluse in altre aree della descrizione (p.es. perché la loro funzione non è specificata), informazioni su persone o enti connessi con edizioni precedenti ma non con l’edizione in esame.

. - Attribuito a Jonathan Swift
. - Disegni di Inigo Jones
. - Opera di attribuzione incerta
. - In testa al frontespizio: Academia Hafniae
. - A cura di Paolo Manuzio, il cui nome compare nella dedica
. - A cura di Agostino Coltellini, che compare nella dedica con il nome di Ostilio Contalgeni

Possono essere date in una nota anche indicazioni di responsabilità relative ad appendici e altro materiale supplementare che appaiono nella risorsa, ma non sul frontespizio.

Se l’indicazione di responsabilità è stata ricavata da una fonte diversa da quella prescritta, tale fonte è indicata in nota.

. - Di Iacopo Corsini il cui nome compare nel verso del frontespizio
. - Di Giovanni Antonio Delfini il cui nome compare nella dedica

7A2 Note sull’area dell’edizione e sulla storia bibliografica della risorsa

Possono comprendere la fonte dell’indicazione di edizione e dettagli sui rapporti con altre risorse, edizioni ed emissioni (vedi anche Varianti che comportano una nuova descrizione bibliografica).

. - Indicazione di edizione dal colophon
. - L’indicazione di edizione precede il titolo
. - Originariamente pubblicata: London : J. Tonson, 1747
. - Precedentemente pubblicata con il titolo:
. - Emissione successiva, con diversa composizione del frontespizio e della carta coerente, dell’edizione del 1613
. - Esistono emissioni successive
. - Esistono diverse tirature
. - Esiste altra emissione: In Roma : appresso Giouanni Martinelli, 1587
. - Esistono esemplari che presentano stati diversi. Cfr. H.C. Brooks, Compendiosa bibliografia di edizioni bodoniane, Firenze 1927, n. 70; A. Mortara, Catalogo cronologico della collezione bodoniana, Parma 1879, p. 2-3
. - Edizione copiata linea per linea da quella del 1566 dello stesso editore

7A2.1 Note relative alle traduzioni o al titolo originale dell’opera

Nel descrivere una traduzione il titolo originale non viene riportato nella notizia principale. Per il suo trattamento vedi Collegamenti, M9A.

Per traduzioni condotte su una precedente traduzione in lingua diversa dalla lingua originale dell’opera vedi Collegamenti, M6B.

Si specifica in nota, se non già presente in un altro punto della descrizione, che la traduzione non è stata condotta su un’edizione in lingua originale, ma su una traduzione in altra lingua.

. - Traduzione dal francese

7A4 Note sull’area della pubblicazione, etc.

Comprendono indicazioni relative a luogo, editore, etc. e data ricavate dall’esame della risorsa nel suo insieme o da fonti esterne, nonché le fonti e le informazioni relative ai singoli elementi dell’area.

. - Probabile luogo di pubblicazione, Venezia, dal privilegio
. - Stampato da Francesco Minizio Calvo. Cfr. F. Barberi, Tipografi romani del cinquecento, Firenze 1983, p. 92
. - L’indicazione di pubblicazione varia
. - Data in forma di cronogramma
. - Pubblicata tra il 1794 e il 1807, anni di attività dell’editore
. - Contraffazione del 18. secolo, cfr. S. Bongi, Annali di Gabriel Giolito de’ Ferrari, vol. 1, Roma 1890, p. 246

Per marche non censite si dà una breve descrizione comprensiva dell’eventuale motto.

. - Sul frontespizio marca: Noè in preghiera, in cornice ovale. Motto: Christo favente vivam

7A5 Note sull’area della descrizione materiale

Possono comprendere descrizioni aggiuntive sulle modalità di pubblicazione, sulle caratteristiche fisiche della risorsa che completano l’indicazione formale data nell’area 5, indicazioni di particolari peculiarità fisiche e la segnatura (vedi Appendice C).

. - Pubblicato a dispense
. - Il verso delle carte è bianco
. - Ripetute nella numerazione le p. 167-176
. - Le pagine sono numerate anche 321-404
. - Paginazione in caratteri greci
. - Paginazione in numeri romani fino a p. CLXIX
. - Tre colonne per pagina
. - Omesse nella numerazione le p. 33-40, ripetute le p. 78-79
. - Numerosi errori nella numerazione delle carte
. - Alcuni esemplari con errata sequenza nella disposizione delle pagine del fascicolo A
Commento redazionale: Errata imposizione della forma interna del fascicolo A
. - Alcuni esemplari presentano numerose carte variamente sostituite
Commento redazionale: Carte sostituite in diversi fascicoli che variano da esemplare a esemplare
. - Fascicolo χ in 8º
. - Segnatura: π⁸ A-Z⁸ (π1, Z8 bianche); A-F⁸

Per le risorse del XV-XVI secolo si segnalano i caratteri utilizzati. Se si ritiene opportuno si può precisare anche il numero di linee (righe) per pagina.

. - Corsivo, greco, romano
. - Gotico
. - Gotico (G 73), 50 linee

Si può segnalare la presenza di elementi ornamentali, di materiale non illustrativo e informazioni relative alle illustrazioni.

. - Iniziali e fregi xilografici
. - Lettere guida
. - Frontespizio e testo in rosso e nero
. - Vignetta xilografica sul frontespizio
. - Stemma del dedicatario, cardinal Francesco Barberini, sul frontespizio
. - Frontespizio in cornice xilografica
. - Le carte †10v e F8r contengono illustrazioni xilografiche a piena pagina

7A6 Note sulla collezione

Le eventuali note sulla collezione di cui fa parte la risorsa in esame sono date nella notizia relativa alla collezione (vedi Collezioni).

7A7 Altre note

7A7.1 Note relative alla disponibilità

Possono comprendere note su tirature o distribuzioni limitate

. - Stampato in 250 esemplari
. - Edizione limitata di 20 esemplari

7A7.2 Note sulle varianti

Si danno quando, rispetto alla descrizione base, le variazioni dell’esemplare in esame non sono tali da giustificare una nuova descrizione (vedi Varianti che non comportano una nuova descrizione bibliografica).

Le variazioni vanno date rispettando, se possibile, la sequenza e la punteggiatura convenzionale delle aree quando prevista, e vanno precedute dall’indicazione di “Variante” seguita da una lettera alfabetica: Variante B, Variante C, etc.[4].

Tale indicazione consente di individuare eventuali differenti impronte collegate alla stessa notizia e permette la localizzazione puntuale delle singole varianti nell’ambito della medesima edizione.

. - Variante B: [4], 84, [2] p., a p. [3] dedica a Cinzio Aldobrandini
Commento redazionale: Nella descrizione base le pagine iniziali non numerate sono 6 con dedica a Girolamo Tireta
. - Variante B: i fascicoli B e C presentano una diversa composizione
. - Variante B: 68, [4] carte; variante C: 68, [8] carte
. - Variante B: “Primatum” in luogo di “primorum” nel titolo

Note

  1. L’informazione, attualmente trattata come primo elemento dell’area 7 (etichetta 300), sarà gestita come campo specifico essendo in corso di realizzazione la gestione di riferimenti bibliografici e di collegamenti a basi dati mediante l’etichetta 321 di UNIMARC.
  2. Per le edizioni del XV secolo si raccomanda il riferimento a ISTC (Incunabula Short Title Catalogue). L’utilizzo di altri riferimenti è consigliato solo se funzionale ad informazioni suppletive.
  3. Per la forma standardizzata delle citazioni vedi anche Standard citation forms for published bibliographies and catalogs used in rare book cataloging, 2. ed., Washington, Library of Congress, Cataloging distribution service, 1996; Standard citation forms for rare materials cataloging. Per le risorse elettroniche si raccomanda l’uso della citazione indicata nella risorsa o in mancanza quella utilizzata tradizionalmente (p.es. BSB, VD17, BVB, CCPB, etc.).
  4. Le indicazioni delle varianti in nota iniziano con la lettera B in quanto la lettera A è riservata alla descrizione base.